Torna alle notizie

Mutui – Famiglie vulnerabili per indebitamento!

Scontro tra i dati di BCE e Banca d’Italia!!

Secondo i dati della BCE le famiglie a rischio sarebbero il 7,3% di quelle indebitate e ci pone al terz’ultimo posto in un confronto con i Paesi dell’Eurozona.

Per la Banca d’Italia invece i dati sono pressoché dimezzati.

Per BCE i dati sono aggiornati al 2010 e si basano sulla valutazione di vulnerabilità nel caso in cui la differenza tra il reddito percepito e la somma delle imposte, del costo del debito e dei Beni essenziali risulti negativa.

Per Banca d’Italia invece sono vulnerabili le famiglie che hanno un rapporto tra rate da pagare e reddito percepito superiore al 30%.

Il dato messo a confronto è sconsolante: due grandi Istituti che affermano cose così distanti l’una dall’altra ci lascia alquanto perplessi.

Il dato certo invece qualitativamente confortante ci viene dalla Banca d’Italia che si affida a numeri certi derivanti dalle sofferenze segnalate dalle singole banche dovute in particolare a diminuzione dei redditi per perdita o per mancanza del lavoro.

I Prestiti nel complesso sono diminuiti leggermente, gli incagli sono aumentati in modo significativo così come le sofferenze.

Il totale delle sofferenze del 1° semestre 2014 per Prestiti per acquisto abitazioni, Prestiti al consumo e altri Prestiti sono pari a più di 37 miliardi di euro.

Secondo l’analisi della BCE le sofferenze dovrebbero corrispondere ad una cifra doppia il che non è affatto reale e chi legge questo dato potrebbe allarmarsi ingiustamente.

MutuiA

Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

PrestitiA: il sito di riferimento per il tuo preventivo prestito su misura.