Torna alle notizie

Il Consolido di più Prestiti – Parte seconda!

Il Consolido di più Prestiti che si hanno in corso è una pratica difficile da evadere. In questo periodo di crisi le Banche stentano molto a caricarsi di rischi provenienti da altre Banche e/o Finanziarie. Ma comunque è utile sapere cosa serve e cosa deve essere prodotto per tentare di arrivarci, di raggiungere questo obiettivo.

Consolido Prestiti in corso: cosa è utile sapere

  1. Il Consolido dei vari Prestiti che si ha in corso permette di raggrupparli tutti in uno solo con durata più lunga (massimo 120 mesi se trattasi di Prestito o 360 mesi se di Mutuo Consolido) per avere una rata da pagare più bassa di quello che si sta pagando;
  2. Per poter procedere con il Consolido Prestiti bisogna essere in regola con il pagamento delle rate dei Prestiti in corso;
  3. Con il Consolido Prestiti si possono estinguere i vari finanziamenti;
  4. Le Cessioni del Quinto si possono estinguere solo con il Mutuo Consolidamento Debiti;
  5. Il Consolido Prestiti produce un vantaggio significativo: avere una rata unica da pagare, costo del TAEG fissato in contratto, un unico piano di ammortamento, il tutto controllato e verificato prima della firma del nuovo contratto;
  6. Il Consolido Prestiti può essere richiesto da tutti coloro che hanno residenza in Italia, che hanno un reddito dimostrabile e che siano in regola con i documenti personali (non devono essere scaduti): dipendenti pubblici, statali, privati, autonomi, pensionati;
  7. Trattandosi di somme importanti potrebbe essere richiesta la presenza di un Garante in regola con la Centrale Rischi Finanziari e con reddito dimostrabile;
  8. Bisogna richiedere sempre più preventivi prima di decidere. Devono essere forniti su carta intestata dell’Istituto che finanzia con in evidenza il TAN (Tasso Annuo Nominale) e il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale). Serve per confrontare più offerte a parità di cifra richiesta e di durata;
  9. Bisogna porre attenzione al Tasso Usura che deve essere rilasciato assieme al preventivo (il TAEG del preventivo non può essere superiore al Tasso Usura);
  10. Firma del contratto: prima di firmare controllare che i dati del preventivo corrispondano. Farsi sempre consegnare una copia del contratto che si è firmato. Mai prima, sempre dopo la firma, serve per essere certi di quello che si è firmato;
  11. Richiedere sempre la copertura assicurativa e informarsi su cosa copre e verificare la corrispondenza sul contratto che si deve firmare. Fare copia anche di questo dopo la firma;
  12. Si può estinguere anticipatamente il Prestito per legge. Si dovrà pagare una penale scritta in contratto che in genere è dell’1%. Cosa che non vale per il Mutuo.

I Documenti da presentare per la richiesta del nuovo Prestito di Consolido Prestiti:

  1. Carta di identità e Codice Fiscale – (Permesso di Soggiorno in regola per gli stranieri, se inoltre esiste il vecchio cartaceo allegare anche quello dimostra l’entrata in Italia);
  2. Ultima Bolletta pagata o certificato di residenza (da quanto tempo risiede e residenza precedente);
  3. Ultime tre busta paga, ultimo CUD per il Dipendente. Ultimi due Unico e due bilanci + il bilancino dell’anno in corso per l’Autonomo, Mod. Obis M per Inps o Dichiarazione di altro Istituto e ultimo Cud per il Pensionato;
  4. Copia dei contratti dei vari Prestiti in corso complete delle somme residue comunicati dai singoli Istituti finanziari;
  5. Estratto conto ultimi 3 mesi comprensivo del codice IBAN  su carta intestata della banca.

MutuiA

Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

PrestitiA: il sito di riferimento per il tuo preventivo prestito su misura.