Mutui Casa & Unioni Civili!!

Mutui Casa & Unioni Civili!!

Dalla nuova Legge Cirinnà n.76/2016 (entra in vigore il 5/6/2016) che norma le Unioni civili e detta regole per i beni patrimoniali.

Si precisa che per quanto attiene l’applicazione della legge si dovrà attendere i chiarimenti ufficiali.

L’unione civile tra persone dello stesso sesso fissa, all’art. 13 della legge su richiamata, regole pari a quelle del matrimonio per quanto attiene il regime patrimoniale e per il Mutuo cointestato  è applicabile la detrazione fiscale del 19% a entrambi.

Le coppie scelgono quindi liberamente quale regime patrimoniale adottare, se comunione o separazione dei beni.

Si ritiene che l’estensione alle Unioni Civili dei diritti patrimoniali di fatto possano legittimare il pensiero che le stesse regole siano applicabili in materia di Mutui.

In caso di separazione della coppia sono applicate le norme di legge sul divorzio L. 898/1970, pertanto colui che paga gli alimenti potrà continuare a detrarre la parte di mutuo anche dell’ex coniuge.

In caso di decesso al partner che rimane va riconosciuto il diritto ereditario e così eredita la proprietà della casa e il mutuo eventuale ad essa collegato.

Per le coppie di fatto, a differenza delle coppie da unione civile, per disciplinare i beni patrimoniali la Legge Cirinnà fissa all’art. 50 che debba essere stipulato il Contratto di Convivenza, esso sarà valido solo se autenticato da un Avvocato o da un Notaio.

È da sottolineare che nel caso in cui le coppie di fatto decidessero, nel Contratto di Convenienza, per la comunione dei beni hanno poi la possibilità di revoca con semplice atto formale stipulato sempre da un avvocato o da un notaio.

Noi di MutuiA siamo pronti ad affrontare la sfida che il mercato ci propone con prodotti innovativi e molto vantaggiosi.

Informati, vai al link http://www.mutuia.it/mutuo-casa compila il form e sarai contattato da un nostro consulente, senza impegno per te, avrai tutte le informazioni utili a soddisfare le tue esigenze oltre ad una nostra proposta personalizzata!

Leggi di più

Mutui – Direttiva Europea e Decreto Mutui!!

Il Decreto Mutui del Governo recepisce la Direttiva Europea sui Mutui e prevede il pignoramento della casa dopo 18 mesi di rate non pagate (non 7 come inizialmente previsto nella versione iniziale)

Oltre questa soglia il Consumatore inadempiente rischia il pignoramento della casa da parte della Banca senza che la stessa ricorra al Tribunale.

La Direttiva prevede inoltre, a difesa del Consumatore, che gli siano fornite adeguate informazioni precontrattuali in forma dettagliata attraverso il Prospetto informativo europeo standard – PIES, oltre a spiegazioni dettagliate sul contratto prima della sua definizione e che gli sia chiarito inoltre come viene calcolato il Tasso Annuo Effettivo Globale – TAEG.

I Mutui con credito garantito da ipoteca che interessano il Decreto sono:

  1. Mutui per immobili residenziali,
  2. Mutui acquisto o conservazione diritto di proprietà terreno e/o su immobile edificato o da progetto.

Sono stati inoltre individuati i principi che devono regolare i rapporti forniti da intermediari e finanziatori in merito a trasparenza, diligenza e correttezza nelle offerte di contratti finanziari al Consumatore.

A tale proposito alla Banca d’Italia, nelle pieghe delle disposizioni attuative del Decreto, viene richiesta una attenzione particolare a favore del Consumatore in difficoltà con i pagamenti o in stato di bisogno dando la possibilità di sottoscrivere una clausola espressa che va inserita nel contratto di Mutuo.

Tale Clausola prevede che in caso di morosità o di inadempimento del Consumatore la vendita da parte della Banca dell’immobile potrà essere fatta senza passare attraverso l’asta giudiziaria e il trasferimento alla Banca dell’immobile costituirà la totale estinzione del debito.

La Banca sarà quindi costretta obbligatoriamente a cancellare il Mutuo, anche se il valore dell’immobile dovesse essere inferiore al debito residuo.

Qualora invece i proventi della vendita fossero superiori il Consumatore avrà titolo a riscuotere la parte eccedente.

La norma che regola il trasferimento della proprietà del bene in caso di inadempimento da parte del Consumatore è applicabile solo per i nuovi contratti e prevede l’assistenza obbligatoria di un consulente per il Consumatore che intende sottoscrivere la Clausola.

 

Noi di MutuiA siamo pronti ad affrontare la sfida con prodotti innovativi e molto vantaggiosi.

Informati, vai al link http://www.mutuia.it/mutuo-casa compila il form e sarai contattato da un nostro consulente, senza impegno per te, avrai tutte le informazioni utili a soddisfare le tue esigenze oltre ad una nostra proposta personalizzata!

Leggi di più

Mutuo a Tasso Fisso, il preferito dagli italiani?

Mutuo a Tasso Fisso = Rata fissa per  tutta la durata del Mutuo, rappresenta la garanzia di avere la capacità di poterla pagare per tutta la durata. Rassicura il futuro di chi acquista.

Questo è il motivo perché tantissimi lo richiedono, vogliono sfruttare i tassi attuali prima che la ripresa della inflazioni li faccia aumentare.

Hanno ragione i consumatori o sarebbe meglio il Tasso Variabile?

Il Tasso Variabile applicato attualmente gode di un vantaggio formidabile: è molto vicino allo 0%, e il tasso che viene applicato è rappresentato praticamente dal solo Spread che viene calcolato nelle rate, e va notato che lo Spread rimane fisso per tutta la durata del Mutuo, mentre invece è il Tasso di interesse che varia…..

Pur consapevoli di questo vantaggio quasi i due terzi dei richiedenti il Mutuo lo vogliono a Tasso Fisso.

La durata dei Mutui, considerato il calo del valore degli immobili, si è ridotta e la media si avvicina ai 20 anni. Sono poco più del 20% coloro che richiedono durate del Mutuo di 30/35 anni.

Altra contrazione che si registra è relativa all’erogato medio che è di poco superiore a 110.000 euro contro euro 135/140.000 di qualche anno fa. Frutto questo del ribasso del valore degli immobili.

Sono questi indici estremamente interessanti, e senz’altro utili per il ritorno all’investimento immobiliare per l’acquisto della prima casa.

Noi di MutuiA siamo pronti ad affrontare la sfida con prodotti innovativi e molto vantaggiosi.

Informati, vai al link http://www.mutuia.it/mutuo-casa compila il form e sarai contattato da un nostro consulente, senza impegno per te, avrai tutte le informazioni utiie a soddisfare le tue esigenze oltre ad una nostra proposta personalizzata!

 

Leggi di più

Mutui – Avanti con la surroga della surroga!

Ora si può, le banche hanno detto SI! e riaprono le porte alle nuove richieste di Surroga Mutuo che in passato erano stati già oggetto di Surroga!

Dopo anni di blocco o di forte contenimento il 2015 diventa così l’anno della ripartenza della concessione di Mutui Surroga per eccellenza e per Mutui acquisto prima casa.

Spread ribassati e spese contenute formano TAEG veramente appetibili. Il tutto frutto del fatto che gli interessi dei Titoli di Stato sono ridotti all’osso determinando nuovo interesse economico alla concessione di Mutui sia per la Surroga che per l’acquisto della casa.

Così coloro che hanno in corso Mutui a tasso variabile o fisso attraverso la Surroga hanno la possibilità di godere di tassi ancora più interessanti …., e il risparmio è assicurato.

Ma perché le Banche non accettavano di surrogare Mutui che avevano già goduto precedentemente di una Surroga? La risposta?, le Banche erano convinte di non riuscire ad ammortizzare i costi fissi.

La coincidenza del basso costo del denaro e il valore dell’indice Euribor ormai da tempo sotto zero oltre alla convinzione che tale rimarrà nel breve periodo ha convinto le Banche a rimettere in gioco ancora una volta i Mutui già oggetto di Surroga.

Una formidabile notizia per tutti coloro che erano convinti di non averne più titolo.

Le Banche in questo periodo godono di liquidità a costo bassissimo! Avanti quindi con richieste sia per la Surroga di Mutui che per nuovi Mutui per l’acquisto della casa.

 

Noi di MutuiA siamo pronti ad affrontare la sfida con prodotti innovativi e molto vantaggiosi.

Consiglio:

Compila il form qui a destra, serve per permettere ad un nostro consulente di mettersi in contatto al più presto per fornire le informazioni creditizie che necessitano a soddisfare le tue esigenze e per fornire il preventivo migliore.

Tutto ciò liberamente, senza impegno formale e gratuitamente.

MutuiA – lo Staff

Leggi di più

Mutui – Abi: aumentano nel 2015!

1° semestre 2015 erogazioni in forte crescita!

ABI analizzando 78 Banche che coprono l’80% del mercato italiano dei Mutui ha ufficializzato che nel primo semestre 2015 sono stati erogati circa 21 miliardi di euro a fronte dei circa 12 miliardi del 2014 determinando un aumento del 76% dell’erogato dei primi 6 mesi del 2015.

Un dato ancora più incoraggiante se confrontato con l’erogato del 2013 pari a 9 miliardi e del 2012 pari a circa 11 miliardi.

Sta cambiando la direzione del vento, e profuma verso il rilancio del settore.

Dato questo incoraggiante anche se da CGIA arriva la critica che gli interessi sono troppo alti se confrontati con i Paesi della UE, con uno scarto di + € 0,20 che incide mediamente sul tasso per il + 10%, se confrontato con le richieste di erogazione del Mutuo del cittadino francese o tedesco ecc..

Un messaggio comunque importantissimo per coloro che sono interessati ad acquistare casa e per le imprese che vedono il profilarsi della ripresa economica.

Noi di MutuiA siamo pronti ad affrontare la sfida con prodotti innovativi e molto vantaggiosi.

Consiglio:

Andate alla pagina: http://www.mutuia.it/mutuo-casa, e compilate il form, serve per permettere ad un nostro consulente di mettersi in contatto al più presto per fornire le informazioni creditizie che necessitano a soddisfare le vostre esigenze e per fornire il preventivo migliore.

Tutto ciò liberamente senza impegno formale e gratuitamente.

MutuiA – Lo Staff

Leggi di più
PrestitiA: il sito di riferimento per il tuo preventivo prestito su misura.